Tu sei qui: Home / Portale Informazioni / Ufficio Stampa / Addetto Stampa / MAZARA, PREMIO NAZIONALE PER IL PROGETTO "IN-DIPENDENZA”

MAZARA, PREMIO NAZIONALE PER IL PROGETTO "IN-DIPENDENZA”

Ritirato a Milano dal Segretario Generale Antonella Marascia

"Grazie al bel lavoro realizzato con il sostegno dell’Amministrazione Comunale e della IV Commissione consiliare da parte della Scuola di teatro VitArte con il coordinamento di Cati Mangiaracina e Alba Di Giorgi, il progetto 'In-Dipendenza – Prevenzione delle dipendenze in ambito scolastico attraverso un Forum Teatrale'ci consente di ottenere un altro importante riconoscimento nazionale: il 4° posto, su circa 150 partecipanti, nella sezione “Apprendimento e Formazione” del Premio Nazionale Persona e Comunità del Centro Studi Cultura e Società".

Lo ha detto il Segretario generale del Comune Antonella Marascia che, su delega del Sindaco Cristaldi, ha ritirato ieri a Milano il Riconoscimento del Premio “Persona e Comunità” per il progetto “In – Dipendenza” nell’ambito del Seminario promosso dal Centro Studi Cultura e Società presieduto dal dr. Ernesto Vidotto, che ha raccolto i progetti di enti pubblici che non sono stati presenti alla manifestazione nazionale del 2 marzo a Torino.

Un bel riconoscimento per la comunità mazarese ed un bell’esempio di sinergia.

Il progetto ha coinvolto l’Istituto d’Istruzione Superiore Ruggero D’Altavilla ed il Liceo “Adria Ballatore”; gli studenti delle classi del biennio, dopo la realizzazione di attività laboratoriali inerenti la prevenzione delle dipendenze e dopo avere assistito alla rappresentazione teatrale hanno interagito con gli attori, con un dibattito finalizzato alla raccolta delle impressioni, ai giudizi ed al commento dell'esperienza vissuta.

Lo strumento utilizzato per acquisire consapevolezza delle dipendenze è quello del teatro-Forum che permette di affrontare e di cercare soluzioni condivise all'interno di problematiche sociali. Il teatro Forum è una delle tecniche principali del Teatro dell'Oppresso (TdO) che permette di esplorare e trasformare situazioni di malessere e di conflitto.

 

Mazara del Vallo, 12 aprile 2018