Tu sei qui: Home / Portale Informazioni / Ufficio Stampa / Addetto Stampa / IL SINDACO QUINCI INTERVIENE IN CONSIGLIO

IL SINDACO QUINCI INTERVIENE IN CONSIGLIO

SULLE INTERPELLANZE DEI CONSIGLIERI

Dalla questione Licei, alla vicenda rifiuti, dalla problematica punto nascita, all’estate mazarese: al consiglio comunale di Mazara del Vallo, che si è concluso in tarda mattinata nell’aula consiliare, il sindaco Salvatore Quinci ha risposto alle interpellanze dei vari consiglieri comunali.

Prima di entrare nel merito delle questioni, il sindaco ha espresso compiacimento per i toni pacati usati da tutti i consiglieri sia di maggioranza che di opposizione, ma ha sottolineato che “tali toni, spesso, non si avvertono con la stessa pacatezza sui social, dove si registrano da parte di taluni cittadini espressioni al limite dell’odio forse frutto di frustrazione”. Ha quindi rivolto un invito all’unità, assicurando “una vera azione di partecipazione politica e coinvolgimento anche delle minoranze nelle scelte per lo sviluppo della Città”.

-           Rifiuti: il sindaco ha rappresentato le difficoltà che l’amministrazione ha trovato nella gestione del sistema di raccolta a causa della carenza di impianti di compostaggio per l’umido. Un problema che prosegue con il nuovo stop alla Sicilfert e che “l’amministrazione  sta affrontando con una serie di strategie che hanno consentito ad  oggi di limitare i disagi, nonostante la produzione di 170 tonnellate settimanali di umido a fronte di un’autorizzazione a conferire molto ridotta”. “La riduzione da 11 a 4 operatori per lo spazzamento  – ha detto – risale a febbraio quando noi non c’eravamo. Con 11 borsisti, ripristineremo presto un servizio di spazzamento adeguato”. Anche sul  fronte della diserbatura il sindaco ha annunciato un potenziamento del servizio a breve, mentre ha rilanciato l’appello alla cittadinanza ad un maggiore rispetto dell’ambiente, ricordando che sono già 400 le multe da 300 euro ciascuna elevate per abbandoni di rifiuti in strada e che sono già 40 le multe ad attività commerciali per rifiuti non conformi.

 

-           Esatate Mazarese: dopo l’intervento dell’assessore al Turismo Germana Abbagnato che ha sottolineato la qualità delle proposte attuate senza tenere conto di chi ha proposto gli spettacoli, il sindaco ha ribadito che l’amministrazione ha coinvolto gruppi e associazioni senza guardare il colore politico, sottolineando l’esiguità delle somme investite nei 50 eventi (circa 66 mila euro totali dei quali la gran parte destinata a oneri Siae, service e spese vive), alle quali si sono aggiunte risorse di sponsorizzazioni private “che stanno consentendo un cartellone di eventi di qualità allestito in poco tempo grazie al lavoro dell’assessore Abbagnato e del consulente a titolo gratuito Sabrina Asaro con la collaborazione delle associazioni.

 

-           Licei: Sulla problematica sollevata in aula da una lettera aperta del consigliere comunale Stefania Marascia, il sindaco ha ripercorso la cronistoria della vicenda, sottolineando che “già da almeno un anno si era a conoscenza del rischio di trasferimento dei licei a Salemi” e che “l’amministrazione, insediatasi da poco più di 10 settimane, si è dichiarata disponibile a mettere a disposizione immobili comunali in centro storico, sui quali però il Libero Consorzio comunale di Trapani ex Provincia (unico ente competente per gli istituti superiori) non intende realizzare investimenti”. “In ogni caso – ha proseguito il sindaco – il trasferimento dei Licei a Salemi è al momento scongiurato  in attesa di una soluzione definitiva ed è certo che i Licei avvieranno l’anno scolastico a Mazara del Vallo: 9 classi saranno ospitate all’istituto Ferrara e le altre rimarranno nei locali in affitto di via Santa Maria delle Giummare mentre stiamo stiamo verificando tutte le opzioni – ha aggiunto il sindaco Quinci – con una ricognizione di immobili comunali anche ad uso scolastico. Per quanto riguarda gli immobili scolastici di nostra proprietà di contrada Affacciata e Mazara Due che erano stati proposti prima del nostro insediamento, alla domanda dell’ex Provincia di confermarne la disponibilità abbiamo risposto di si ma le decisioni dipendono unicamente dall’ex Provincia. Domani – ha annunciato il Sindaco – mi recherò a Palermo dall’assessore regionale Turano per inserire Mazara nelle zone economiche speciali. In quella occasione incontrerò anche l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione al quale chiederò che provveda ad erogare i fondi all’ex Provincia di Trapani per garantire almeno per un anno la prosecuzione degli affitti per il Liceo in attesa di trovare una soluzione definitiva.

 

-           Ospedale: sulla vicenda punto nascita, il sindaco ha ribadito quanto già dichiarato ieri dopo l’incontro all’Asp nel quale è stata ottenuta la proroga al 16 agosto nella speranza che l’Asp trovi la disponibilità di pediatri in attesa dell’assunzione definitiva di 9 medici con la conclusione della procedura concorsuale.

 

-           Altre questioni affrontate: riorganizzazione della macchina burocratica ( da settembre) con l’individuazione di un unico responsabile della manutenzione; vicenda tributi con l’auspicio di un’adesione massiccia alla rottamazione ter in scadenza domani (Riscossione Sicilia); coinvolgimento dei quartieri alla vita cittadina con l’auspicio di una consulta dei quartieri e regolamentazione ad hoc. 

 

Il consiglio comunale ha concluso i propri lavori con l’approvazione delle modifiche al regolamento dei controlli interni, il riconoscimento di un debito fuori bilancio, il programma biennale degli acquisti e servizi ed il piano delle alienazioni e valorizzazione dei beni immobili comunali.

 

Mazara del Vallo, 30 luglio 2019